Con Il Territorio

La creazione di energia pulita, rinnovabile e rispettosa del clima, rappresenta anche un’occasione di rilancio, collaborazione e ampliamento delle competenze correlate alla sostenibilità energetica per le comunità pugliesi interessate dal progetto.

L’obiettivo è quello di creare percorsi comuni con le comunità locali, assicurando di lasciare parte del valore dove questo viene generato e adottando pratiche avanzate per minimizzare l’impatto ambientale delle attività.

Per questo, Falck Renewables e BlueFloat Energy hanno messo al centro dello sviluppo di Kailia Energia l’attenzione per il territorio e le comunità locali, avviando, prima dell’inizio dell’iter autorizzativo, una serie di incontri con interlocutori locali per costruire un percorso di ascolto e dialogo sulle proposte progettuali, che proseguirà per tutta la durata dei progetti.

Il parco eolico marino Kailia Energia servirà a soddisfare consumi differenti.

Il parco convoglierà l’energia tramite quattro collegamenti:

  • due di questi porteranno energia necessaria per rispondere ai consumi della collettività. Di questi, uno si allaccerà direttamente alla Rete di Trasmissione Nazionale di Terna, l’altro alimenterà accumuli (storage), elemento innovativo del sistema elettrico capace di far fronte alle criticità che derivano dalla intermittenza delle fonti rinnovabili;
  • uno servirà direttamente le industrie dell’area;
  • uno sarà destinato alla produzione di idrogeno verde.

Più Energia Pulita

Migliaia di posti di lavoro stabili creati nel medio-lungo termine. Stimati 1500 posti diretti durante le fasi di fabbricazione, assemblaggio e costruzione del parco eolico marino galleggiante. Nei periodi di punta, stimati fino a 4.000 posti di lavoro diretti.

Dopo l’entrata in esercizio del parco, si stimano circa 150 posti stabili per attività di manutenzione, di cui circa l’80% da risorse locali.

Più Occupazione

Opportunità reale di business per le aziende del territorio, coinvolte in via prioritaria nelle forniture di beni e servizi, con valorizzazione della manodopera locale e benefici sui livelli di professionalità e significative ricadute positive sul settore terziario.

Occasione unica di sviluppo dei porti, che avranno la possibilità di diversificare le loro funzioni industriali a supporto dell’eolico marino galleggiante. La società Kailia Energia ha già incontrato le autorità competenti del porto di Brindisi per i primi sopralluoghi e valutazioni. Tutte queste attività sono generalmente svolte in zone portuali o retroportuali.

Nuovi filoni di ricerca e sviluppo per le Università e i distretti esistenti su tecnologie di assoluta avanguardia. La società Kailia Energia ha avviato incontri con gli attori accademici del territorio per presentare il progetto e stabilire un dialogo, con la valutazione di diverse opzioni di collaborazione, che a breve saranno formalizzate.

Più Opportunità